CANCRO: OROSCOPO MENSILE – DICEMBRE 2017

CANCRO: OROSCOPO MENSILE
Dicembre 2017

Da qualche settimana il cielo del Cancro ha cambiato velocità. Il tempo rallentato di questa prima parte dell’anno sta lasciando il passo ad un nuovo tempo, più veloce e deciso, che segnerà il passo di un 2018 in conquista. Tra ottobre e novembre, molti nati del segno hanno spiccato un salto in una direzione nuova. C’è chi ha detto un “no” importante ad un (ambiente di) lavoro nel quale non si rispecchiava più, chi ha cambiato azienda o città, chi sul fronte affettivo ha cambiato casa, accolto un figlio o cambiato lo status su Facebook da single o impegnato (o viceversa). In qualche modo, il cielo del 2018 parla di una nuova indipendenza che già da adesso sta iniziando a mettere radici nella tua vita.

E dopo questi due mesi così ricchi di cambiamenti, quello di dicembre è un cielo di adattamento e di creazione di nuovi equilibri, di nuove abitudini e routine. Il Cancro è un segno che ama sentirsi “a casa” nella propria vita, circondato di punti fermi e di piccoli rituali. E’ un cielo molto positivo, dove chi sta prendendo confidenza con un nuovo ambiente deve saper navigare anche un po’ a vista, senza pretendere di avere un cannocchiale che sveli tutto e subito, perché se vuoi sapere dove ti porterà una scelta, rischi di andare in ansia e restare immobile, o metterla continuamente in discussione. Piuttosto, lo strumento giusto è il microscopio, che ti consente di analizzare come ti senti in una determinata situazione, se un lavoro ti regala ancora dei momenti appassionanti, o se comunque ti consente di esprimere un talento. O se una relazione ti permette ancora di emozionarti. Il tuo segno è dotato di una potente bussola emotiva, che svela immediatamente se una strada è giusta o sbagliata. Lo rivela con gli stati d’animo, ed è ciò che è importante seguire in questa fase – chiamiamola così – di ricalibrazione.

Dicembre rappresenta infatti la Sesta tappa del tuo viaggio intorno all’anno. E’ la fase che ti spinge a riordinare la vita, passare in rassegna gli obiettivi e ad aggiustare – se occorre – la rotta di alcuni progetti, a ristabilire nuovi ordini di priorità. E’ la fase del viaggio che ti spinge a cercare il modo giusto perché le cose funzionino, modificando alcune organizzazioni di vita. Per chi, come dicevo, ha girato o sta girando la prua verso un nuovo orizzonte, questo è il momento di impostare i parametri della navigazione: chi ha attuato un cambiamento, adesso lavora alla creazione di abitudini e punti fermi per rendere ospitale e familiare un nuovo habitat. Chi ha cambiato gruppo di lavoro sta misurando gli spazi di un nuovo ufficio, e la distanza dei rapporti con nuovi colleghi. Sta studiando quali possano essere i giusti alleati con i quali fare squadra e quali invece i personaggi più spigolosi.

In questa tappa del viaggio è importante anche ristabilire un giusto equilibrio psicofisico: se è vero che “mens sana in corpore sano”, in questo periodo è vitale comprendere se ci sono dispersioni energetiche e come evitarle. Se sto iniziando a navigare verso nuovi lidi, devo sapere bene di quanto carburante dispongo, e studiare il modo per sfruttarlo al meglio. E per questo, a dicembre molti sono impegnati dalla creazione o revisione di un “financial plan” delle loro iniziative: chi vuole lasciare un lavoro e darsi una chance, deve sapere bene quanto può “durare” prima di trovare un nuovo stipendio, deve impostare bene spese e riserve per evitare di trovarsi a secco prima di aver raggiunto la sponda opposta. Nello stesso tema simbolico, molti iniziano a riformulare una routine di vita, ad organizzare meglio impegni e divisione dei compiti per evitare di rincorrere le scadenze con la lingua a penzoloni. Alcuni iniziano a sentire il desiderio di iniziare una dieta, iscriversi in palestra, rallentare i ritmi di un lavoro frenetico consentendosi le giuste pause di recupero. Insomma, in qualche modo, questa fase del Viaggio serve a trovare la giusta velocità di crociera per arrivare dove vuoi andare senza vivere in perenne stato di affanno, senza rincorrere gli impegni con la lingua a penzoloni. E questo è molto importante perché quello che hai appena iniziato è un viaggio importante, che ti porterà a sbarcare sulle sponde di un continente di nuove conquiste.

Sempre per la stessa ragione, per molti è importante in questo periodo tornare a credere maggiormente nelle proprie capacità, rispolverare vecchi progetti e mettere a frutto talenti che negli ultimi tempi erano sopiti. Perché sono tasselli importanti per questa nuova indipendenza di un Cancro che inizia finalmente a dirsi: “meglio soli che male accompagnati”, “meglio una piccola rinuncia che un compromesso pesante”, “meglio un po’ meno ma con le mie sole forze che dover dire un ‘grazie’ sgradito”, è via dicendo. Tutti questi sono riflessi esterni che proiettano sul “mondo di fuori” (fatto di rapporti e progetti affettivi e lavorativi) un cambiamento che prima ancora avviene nel “mondo di dentro”: uno scatto interiore grazie al quale il Cancro inizia a pensare di avere tutti gli strumenti e le carte in regola per dire “basta” a ciò che non lo fa sentire più in pace ed in armonia con se stesso. Insomma, stiamo tracciando i contorni di un Cancro che torna a giocare in attacco, che ritrova un atteggiamento più attivo e proattivo, che non si accontenta della vita che passa il convento ma inizia a progettare una linea di indipendenza e di emancipazione.

Lo stesso vale naturalmente anche in amore, in un periodo che riaccende la passionalità ma ancor prima riporta un pizzico di grinta e di spavalderia. Alcune occasioni d’incontro hanno reso speciale la seconda metà di novembre, e anche a dicembre prosegue un cielo che consente di rimettersi in gioco. Qui più che mai, però, è importante non cadere nella trappola del cannocchiale e del desiderio di voler sapere tutto e subito. Perché se incontri una persona che ti piace e già ti chiedi se durerà tutta la vita, c’è il rischio di bloccarsi e precludersi delle occasioni che possono rivelarsi importanti. Bisogna saper assaporare anche il gusto dell’incertezza, di quelle farfalle allo stomaco che non hanno un bollino di garanzia. Lo stesso vale per chi ha iniziato dopo l’estate una relazione con una distanza o qualche piccola difficoltà iniziale. Non cercare di organizzare tutto fino all’ultimo dettaglio, e soprattutto non bollare la cosa come “difficile” perché davanti a te c’è un periodo nel quale “diverso”, “insolito”, “fuori dalla cerchia abituale” sono tutti sinonimo di “superamento di un limite” e di nuove partenze. Non mettere quindi, per così dire, limiti alla provvidenza e goditi anche l’incertezza dei primi passi di un’emoziona nuova. Vento in poppa anche per le coppie più “rodate”, e molti sotto questo cielo così fertile potranno dare il via al “cantiere” di un bebè da accogliere al termine della prossima estate!

Tappa del viaggio: Sesta (per approfondire CLICCA QUI)
Parole-chiave: ordine, disciplina, organizzazione, metodo, senso del dovere.


capricornoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.


comments

Senza categoria